PANPEPATO

Buon giorno meraviglie!

Oggi, la mia amica autrice Valentina Cebeni, ritorna con la sua rubrica #InCucinaConVale proponendo un’ottima ricetta natalizia risalente al medievo…il Panpepato.

Scopriamo insieme la ricetta…

⇒ Seguimi su Facebook CLICCANDO QUI

⇒ Seguimi su Instagram CLICCANDO QUI

Maria Antonietta Azara

***

Ed ecco che torna Dicembre, mese di attese, calore e speranza. Questi trentuno giorni che ci separano dal nuovo anno sono ricchi di magia più di qualunque altro, impregnati della voglia di stare insieme, di affetto. Le città indossano il loro vestito migliore, in questo mese, e così le nostre case, dove brillano le luci di presepi e alberi di Natale e le luci avvolgenti delle candele.
È un mese di luce, questo, in cui si riscoprono i sapori dell’infanzia e le tradizioni più antiche. Antiche come le origini del dolce che vi propongo questo mese, il panpepato o pampepato. Questa piccola prelibatezza tipica di tutto il Centro Italia, infatti, vanta natali medievali, secoli in cui il commercio si aprì verso Oriente, dal quale venivano importate notevoli quantità di spezie quasi sconosciute in Europa. Proprio l’uso di queste, fra tutte il pepe nero, rendeva questo dolce particolarmente pregiato, anche se col trascorrere del tempo il panpepato divenne un piccolo lusso accessibile anche alle famiglie più povere. E oggi, un dolce che ci riporta indietro nel tempo, alla nostra infanzia, al nostro Natale. Auguri di cuore a tutti voi, affinché possiate trascorrere in pace e armonia questo Santo Natale. Ci vediamo nel 2017!

Ingredienti:

  • 300gr di mandorle
  • 450gr di noci
  • 450gr di nocciole
  • 400gr di uvetta
  • 500gr di cioccolato fondente
  • 800gr di miele
  • 200gr di cedro candito
  • 200gr di arancia candita
  • 1kg di farina senza glutine
  • 300gr di sapa (mosto d’uva cotto)
  • 1 cucchiaino di noce moscata in polvere
  • 1 cucchiaino di chiodi di garofano in polvere
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • pepe nero macinato al momento in abbondanza (secondo il proprio palato, per me 1 cucchiaino e 1/2)

Preparazione “Panpepato”

Tostare la frutta secca in forno caldo a 200° per 10 minuti circa, farla raffreddare completamente e batterla con un batticarne. Versare il trito in una larga ciotola.
Far rinvenire l’uvetta nella sapa calda per 30 minuti circa. Scolarla, strizzarla e aggiungerla alla frutta secca.
Tagliare i canditi e il cioccolato in piccoli pezzi, e aggiungerli al composto. Versarvi le spezie, la farina setacciata e un bicchierino della sapa usata per rinvenire l’uvetta.
In un pentolino scaldare il miele; non appena questo inizierà a bollire togliere dal fuoco e versarlo sul composto di frutta secca, mescolando con un cucchiaio di legno sino a quando tutti gli ingredienti saranno perfettamente amalgamati.
Formare dei panetti di circa 300gr cadauno (bagnatevi le mani o il composto avrà ragione di voi!), adagiarli su di una teglia rivestita con carta forno e farli riposare per cica 12 ore. Trascorso questo tempo cuocere i panpepati in forno caldo a 175° per circa 20 minuti. Sfornare, lasciar raffreddare e avvolgere i dolci nella pellicola trasparente sino al momento di servire.

 

Valentina Cebeni

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.