MAGARI DOMANI RESTO

Buon giorno meraviglie!
A distanza di dieci giorni dall’arrivo del nuovo romanzo di Lorenzo Marone, “Magari domani resto”, documentato sul mio Instagram stories, vi parlo di questo libro che nel giro di un mese ha avuto la bellezza di quattro edizioni. Nei primi posti in classifica tra i libri italiani più venduti è un già un successo editoriale pronto ad eguagliare se non superare quello del romanzo d’esordio “La tentazione di essere felici”.

⇒ Seguimi su Facebook CLICCANDO QUI

⇒ Seguimi su Instagram CLICCANDO QUI

image-2785

Autore: Lorenzo Marone

Editore: Feltrinelli

Prezzo: 16.50 €

Pagine: 320

Luce è un’avvocatessa trentenne che vive nei Quartieri Spagnoli di Napoli con il suo Cane Superiore, dal nome Allegria. E’ mora, capelli corti, jeans, anfibi e tanta ironia, quella di cui si nutre per nascondere le ferite che si porta dietro da un’infanzia diversa da quella dei suoi coetanei.

Luce ha nove anni quando non vede più il padre tornare a casa. Lei, il fratello Antonio e la madre attendono una risposta a quell’abbandono improvviso…ma passerà del tempo prima di capire e perdonare un uomo che non potrà più rivedere.

Luce è un avvocato. E’ una ragazza vera, sincera, schietta, con una morale non bigotta ma giusta. Dopo anni di praticantato e nessuna soddisfazione personale in uno studio dalla dubbia fama, il suo principale settantenne Arminio Geronimo, le propone un caso che potrebbe segnare la svolta della sua carriera. Si tratta di una causa per l’affidamento di un minore: lei deve seguire la madre del bambino e dimostrare che non è una brava mamma.

Sembra tutto all’apparenza molto semplice: il modo di vestire appariscente e volgare della donna, e un trucco altrettanto “visibile” per usare un eufemismo, farebbero pensare ad una snaturata. Per puro caso, Luce, riesce ad entrare a casa della donna fingendosi una babysitter esperta (nonostante non avesse mai avuto a che fare con i bambini, che credeva di odiare).

Le basta una sola sera per entrare in empatia con Kevin, un corpo da bambino e una testa da grande, che le risveglia un istinto materno che molti anni prima ebbe, ma fu costretta a seppellire con la convinzione di non essere abbastanza. Invece, l’affetto gratuito di quel bambino, le scalda il cuore, come la madre che dietro quel modo eccessivo di mostrarsi, nasconde un’anima fragile e la paura di dover difendere lei e suo figlio da una scelta coraggiosa ma altrettanto pericolosa. Kevin e Carmen diventano suoi amici, così come un giovane artista di strada francese con uno sguardo che le attraversa l’anima e la invita a non aver paura di affrontare l’ignoto, quell’ignoto, che fa di lei una rondine in gabbia, che è capace di volare in alto, trovare la sua strada, ma è trattenuta in quella città da un filo invisibile che deve dipanare o da cui slegarsi.

Dove c’è amore, c’è casa. Lorenzo Marone non solo descrive uno spaccato verosimile di vita nella Napoli odierna, ma sottolinea quanto non contino solo i legami di sangue: la famiglia di Luce, non è composta solo da quella madre bigotta e perennemente infelice, e un fratello assente (che forse ha messo la testa apposto). La sua famiglia è don Vittò, un anziano in carrozzella, ex musicista in una nave da crociera e uomo dall’intelletto fine come quello di un filosofo, che va a letto la sera presto ma lascia comunque la cena pronta perché sa che fosse per lei Luce non cenerebbe pur di non cucinare, oppure la stima e l’affetto che si viene a generare con Carmen e Kevin, gli amici di sempre, il suo cane amorevole che le da attenzioni e la rondinella Primavera.

 Luce, abbandona il caso, non è più sicura di voler fare l’avvocato. La vita reale è diversa da quella che aveva idealizzato da ventenne e ora, a trent’anni,  è alla ricerca del proprio posto nel mondo. Restare o volare via come la rondine Primavera che ha trovato ferita vicino alla porta di casa e ha amorevolmente curato? Per il momento non lo sappiamo. A don Vittò, con la bocca piena di pasta, dirà che non lo sa, ma…magari domani sceglierà ancora di restare.

Maria Antonietta Azara

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.