FIORE DI FULMINE

Buon giorno meraviglie!

Oggi ritorno con la recensione di un libro letto in questo mese. Si tratta di storia che mi ha conquistata sin dalle prime pagine e si intitola “Fiore di fulmine” dell’autrice sarda Vanessa Roggeri!

Casa editrice: Garzanti

Prezzo: 16.40 €

Numero pagine: 280

“Non mentirmi. E’ doloroso morire?”

“Vi assicuro che certe volte vivere fa molto più male.”

“La prima volta che Nora Musa morì, aveva undici anni” questo l’incipit del secondo romanzo dell’autrice che ha raggiunto il successo con la sua opera prima “Il cuore selvatico del ginepro”. La Roggeri ritorna a dare un’ambientazione sarda al suo romanzo in cui la figura primaria è quella di Nora, nel suo percorso di vita da bambina a donna attraverso una rinascita che la segnerà nella sua diversità rispetto al mondo che la circonda!

Un fulmine ha cambiato per sempre la sua vita, disegnandole un fiore scarlatto sulla pelle e raggelandola nei sentimenti. Nora è come l’araba fenice, resuscitata dalle sue ceneri con una consapevolezze diversa delle cose e del mondo e un sapere magico che diventa spaventoso per coloro che la circondano. Nora vede i morti, conosce il futuro… è come una strega dotata di sensibilità e capace di andare oltre le cose e raggiungere il loro segreto. Viene messa in collegio, rifiutata dalla famiglia e dalla società del paese, e lì cresce insieme alle orfanelle coltivando la sua passione per il ricamo che la fa diventare ben presto un’insegnante per le allieve più piccole.

La vita di Nora cambia quando una ricca signora cagliaritana la assume come domestica presso la sua villa circondata da un immenso giardino, frutto del lavoro del marito grande appassionato di botanica. Nora rimane affascinata da quel giardino spettacolare e triste contemporaneamente, caratterizzato da quel senso di sacro, fascinoso, pauroso.

Tutti in casa la prendono in simpatia, compresa la padrona che per lei riserva una camera nella torretta della villa, una camera lontana dal resto del mondo dove Nora dorme con i suoi fantasmi del passato e con quelli che piano piano inizieranno a rappresentare il suo presente!

Una strana morte è infatti avvenuta all’interno dell’abitazione. Lo spirito di una giovane fanciulla vaga per le stanze della villa in cerca di pace o vendetta e Nora è l’unica in grado di entrare a contatto con lei…

Quali misteri si celano nella villa? Chi è questa ragazza? Perché cerca vendetta?

Riunioni misteriose si svolgono nella villa ogni venerdì mentre del baccano proviene da quelle stanze impenetrabili per la servitù.

Se Nora riuscirà a scoprire i segreti della villa e dei suoi abitanti lo scoprirete solo leggendo il romanzo, nella cui protagonista pura e onesta vi rispecchierete facendo il tifo per lei!

Maria Antonietta Azara

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.