MILLEFOGLIE AL MIELE CON MOUSSE DI RICOTTA

Buon giorno meraviglie,
eccoci con la seconda ricetta speciale del mese di Marzo firmata dalla penna della dolcissima amica Valentina Cebeni!
Per questo mese ha realizzato una ricetta fresca e speciale, ricca di colori.
→ Clicca qui per seguire la pagina facebook di Valentina Cebeni
→ Clicca qui per leggere l’intervista “La ricetta segreta per un sogno” di Valentina Cebeni
Maria Antonietta Azara

Nella ricetta di marzo, il mese dei nuovi inizi, della primavera e primo mese dell’anno per gli antichi poiché la vita stessa si risveglia dopo il lungo inverno, sono voluta tornare alle origini; in questo piccolo dolce ci sono tutti gli elementi della mia infanzia, quelli legati alle mie estati, alla mia famiglia: c’è il pane carasau, immancabile su tutte le tavole sarde, e il mirto, che cresce rigoglioso nei terreni che affacciano sul mare di mio nonno, dove in estate andavo ad ammirare il blu nel silenzio della campagna. C’è il sogno di giorni dorati, di quelli che tutti custodiamo nel cuore.

Ingredienti:

  • 2 sfoglie di pane carasau
  • 4 cucchiai di miele di zagara
  • 2 cucchiai di fruttosio
  • ½ bicchiere d’acqua
  • 500gr di ricotta ovina
  • 200gr di fruttosio
  • 10 foglie di menta piemontese
  • 100gr di scorze d’arancia candite
  • 1 tazzina di mirto rosso

Procedimento “Millefoglie al miele con mousse di ricotta”

 In una padella versare il miele, il fruttosio e l’acqua, e lasciar caramellare a fuoco medio, mescolando continuamente. Spezzettare il pane carasau e immergerlo velocemente nella salsa al miele, e riporlo su un foglio di carta forno leggermente unto. Lasciar riposare una notte.
Setacciare la ricotta e lavorarla con il fruttosio, la tazzina di mirto, le foglie di menta finemente tritate e 80gr di scorzette tritate, tagliandone la parte restante in strisce sottili.
Per comporre il dolce versare su un piatto un cucchiaio di composto e alternare sfoglie di pane alla crema, terminando in ultimo con una noce di crema e qualche strisciolina di arancia candita. Servire.
Valentina Cebeni

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.