RECENSIONE DI “AMANTI E REGINE. IL POTERE DELLE DONNE”

Buon giorno meraviglie!

Oggi voglio parlarvi di un saggio “Amanti e regine. Il potere delle donne” di Benedetta Craveri, edito da Adelphi, che abbraccia un arco temporale di oltre duecento anni, mostrandoci i ritratti di diciannove donne che, in modo diretto o indiretto, hanno mosso le sorti della Francia…

⇒ SEGUIMI SU FACEBOOK

⇒ SEGUIMI SU INSTAGRAM

Approfondisci

“MARIA ANTONIETTA E LO SCANDALO DELLA COLLANA” DI BENEDETTA CRAVERI

Buon giorno meraviglie!

Oggi vi parlo del saggio di Benedetta Craveri, docente di Letteratura francese all’Università degli Studi degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, “Maria Antonietta e lo scandalo della collana”.

Che Maria Antonietta d’Asburgo sia uno dei personaggi più amati e insieme controversi della storia, è un dato di fatto. Quello che molti non conoscono, sono le vicende che hanno spinto i francesi, ad avere un’antipatia nei suoi riguardi. Al suo arrivo a Versailles sappiamo essere profondamente amata dal popolo, tanto che è passata alla storia la frase del duca di Brissac «Signora, avete qui, duecentocinquantamila innamorati», ed interpreta bene il sentimento di amore e simpatia che i parigini avevano nei confronti di quella che poi diventerà la tanto odiata “austriaca”. 

Lo scandalo della collana, avvenuto quattro anni prima dello scoppio della rivoluzione francese, è un evento che costituisce  grande motivo di odio per la regina, un odio che porterà alla tragica fine che tutti conosciamo… 

⇒ SEGUIMI SU FACEBOOK

⇒ SEGUIMI SU INSTAGRAM

image-4729

Editore: Adelphi

Autore: Benedetta Craveri

Pagine: 87

Prezzo di copertina: 7.00 €

⇒ CLICCA QUI’ per acquistare scontato “Maria Antonietta e lo scandalo della collana” ⇐

 

L’inizio dello scandalo 

Il saggio si apre il 15 Agosto 1785, quattro anni prima della presa della Bastiglia, il 14 Luglio 1789, descrivendo la Galleria degli specchi e il Gran appartamento traboccanti del fior fiore della nobiltà, in attesa di scortare i sovrani di Francia, Luigi XVI e Maria Antonietta, presso la cappella reale, dove sarebbe stata officiata la messa, per la festa dell’Assunta, dal Grande Elemosiniere di Francia: il cardinale di Rohan.

Approfondisci