LIBRO “POLISPORTIVA ARZACHENA”

Buon giorno meraviglie!

Oggi parliamo della serata conclusiva, per questa estate, della rassegna letteraria “Liberamente Sopra Le Righe”, avvenuta  giovedì 12 Settembre 2019, in Piazza Risorgimento ad Arzachena, con la presentazione del libro “Polisportiva Arzachena. Dalle origini alla Lega Pro” dello storico sportivo Mario Fadda, delegato regionale della SISS.

⇒ SEGUICI SU FACEBOOK

⇒ SEGUICI SU INSTAGRAM

Dove reperire il libro?

→ Mondadori Book Store Arzachena ←

Presentazione “Polisportiva Arzachena. Dalle origini alla Lega Pro” di Mario Fadda

Quella di giovedì 12 Settembre 2019, è stata una serata molto speciale per tante ragioni: era l’ultimo appuntamento estivo di “Liberamente Sopra Le Righe”, ci siamo trovati abbracciati da Piazza Risorgimento, cuore pulsante del paese, e infine, perché davanti ai miei occhi c’erano molti dei protagonisti di quel libro: quegli ex calciatori che in tutti questi decenni hanno giocato e sacrificato per la squadra, rimanendo immortali non solo tra i ricordi, ma ormai sulle pagine di un libro: “Polisportiva Arzachena. Dalle origini alla Lega Pro”.

image-5906

Avevamo anticipato che “Polisportiva Arzachena. Dalle origini alla Lega Pro” sarebbe stato rivoluzionario, per molti aspetti, e la presentazione è iniziata proprio parlando delle origini del calcio ad Arzachena, mostrando, con dati alla mano, come il calcio arzachenese abbia avuto origine sin dal 1929… ben 90 anni fa.

image-5907

Bellissimo vedere l’attenzione del pubblico, e vi posso assicurare una cosa: in otto anni che organizzo e presento rassegne letterarie, non mi era mai successo di vedere i lettori “assaltare” il banco delle vendite per paura di rimanere senza copie. Ad oggi mi fa sorridere la faccia di Angela, la mia libraia di fiducia del Mondadori Bookstore di Arzachena, che basita mi dice: “Non ho mai visto una cosa del genere”.


Sono felice per quello che è successo, perché il libro “Polisportiva Arzachena. Dalle origini alla Lega Pro” è il risultato di tre anni di ricerche, di stesura, di calcoli, tabellini, ecc. Quando ho scelto di puntare su un libro sportivo, di calcio per giunta, non potevo non affidarmi allo storico più in gamba che abbiamo la fortuna di possedere in Sardegna, autore che presento da anni per serietà e competenza.

Durante la presentazione, abbiamo “surfato” sui 90 anni di storia calcistica attraverso immagini di giornali e foto. Abbiamo rivisto e applaudito ex calciatori presenti e, anche quelli che hanno dato tanto alla squadra del paese, ma che purtroppo non ci sono più. C’era gioia e commozione: un sentimento che non so spiegare, ma che fa bene al cuore.



La platea di oltre cento persone, è stata affascinata dalle novità che l’autore ha reso note. “Segreti” che molti non sapevano, questioni interne che i giocatori non erano tenuti a conoscere, aspetti che hanno scoperto solo ora, con molto stupore. Per oltre un’ora sono stati immobili, in una dolce tranche di segreti svelati e raccontati con maestria da Mario Fadda.



La foto che vedete qui sopra, ritrae uno degli ex calciatori degli anni ’70: Francesco Carta, conosciuto ai più come “Cecco Carta”. Questa ve la devo proprio raccontare: abbiamo iniziato a parlare del 1975 e dell’ingresso in squadra di lui e Biagio Pirina. Quest’ultimo purtroppo, morì appena ventitreenne in campo, durante una partita, e a lui è dedicato lo stadio odierno dell’Arzachena Calcio. Cecco Carta, invece, è stato giocatore per moltissimi anni, il goleador per eccellenza: massimo numero di presenze, reti…ma anche esplusioni. Indovinate un po’ dov’era mentre stavamo parlando di lui? Al bar! XD E’ stato acclamato ad alta voce da tutto il pubblico, e il nostro caro fotografo ufficiale dell’evento, Max Giorgioni, lo ha “beccato” uscendo dal locale con aria trionfante: mi viene da ridere per la bellezza e simpatia della foto!



A fine serata, buona parte dei giocatori presenti, sono saliti sul palchetto di Piazza Risorgimento e, in questa foto scattata da Tommaso Orecchioni, vediamo giocatori, allenatori, o entrambe le cose, di decenni passati, che hanno tramandato la squadra nel tempo, consentendole di avere quella continuità che le ha permesso di restare in serie D per quattordici anni, e poi in serie C per due.


Ciò che questo libro dimostra, seppur in modo trasversale, è che nonostante gli alti e i bassi, i periodi di sofferenza e le vittorie, la squadra è stata in grado di rimanere in piedi per quasi un secolo. E continuerà a farlo per un altro secolo se la stessa passione di un tempo, quella che ha fatto spostare tutti questi calciatori (alcuni con qualche problemino di salute, vista l’età) da paesi più o meno lontani, per rivivere un pezzo di vita, un pezzo di storia comune, continuerà ad essere tale.

Un ringraziamento speciale va a tutto il Comune di Arzachena, Sindaco e alla delegata alla cultura, Valentina Geromino, che ha subito creduto nel progetto.

Grazie al Geom. Andrea Orecchioni, ex giocatore e inesauribile fonte di aiuto per me e l’autore.

Grazie per la partecipazione al mister della nuova squadra Arzachena Academy Costa Smeralda, Mauro Giorico e al direttore sportivo Fabrizio De Poli, la cui presenza ha, non solo fatto umanamente piacere a tutti i presenti, ma ha anche voluto stabilire un contatto tra passato, presente e futuro!

 

Maria Antonietta Azara

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.