L’ANSIA

Buon giorno meraviglie!

Eccomi ritornata dalla pausa estiva con un argomento al quale tengo molto,  parecchio gettonato sulla mia pagina facebook: il disturbo d’ansia! Purtroppo, come sappiamo, esistono le ferite del corpo visibili ma ci sono quelle dell’anima invisibili e logoranti che per questo vengono minimizzate da coloro che non hanno vissuto questo malessere! Ecco una piccola serie di informazioni sull’argomento, che spero possano aiutarvi a fare chiarezza su un’eventuale disturbo acuto o meno… Questo articolo serve per diffondere l’argomento, affinché se ne parli e nessuno debba sentirsi a disagio per una patologia che colpisce molte più persone di quelle che crediamo…

Condividete l’articolo e diciamo “NO” al silenzio!

L’ansia è una complessa combinazione di emozioni che includono paura, apprensione e preoccupazione, ed è spesso accompagnata da sensazioni fisiche come palpitazioni, dolori al petto e/o respiro corto, nausea, tremore interno. Può esistere come disturbo cerebrale primario oppure può essere associata ad altri problemi medici.

Come riconoscere l’ansia dalla semplice paura?
Si distingue dalla paura vera e propria per il fatto di essere aspecifica, vaga o derivata da un conflitto interiore.
Dal punto di vista somatico (o fisiologico), il corpo prepara l’organismo ad affrontare la minaccia (una reazione d’emergenza): la pressione del sangue e la frequenza cardiaca aumentano, la sudorazione aumenta, il flusso sanguigno verso i più importanti gruppi muscolari aumenta e le funzioni del sistema immunitario e quello digestivo diminuiscono. Esternamente i segni somatici dell’ansia possono includere pallore della pelle, sudore, tremore e dilatazione pupillare.

Cosa può causare l’ansia?

– bere molta caffeina;
– l’effetto collaterale di alcuni farmaci come gli antidepressivi;
– una ghiandola tiroidea iperattiva;
– assunzione di droga;
– malattie cardiache che provocano palpitazioni, raramente;
– basso livello di zuccheri nel sangue, raramente;

-predisposizione genetica.

Come cacciare via l’ansia?

Un giorno ci si alza e ci si sente un peso addosso, una paura irrazionale che non si riesce a controllare. Ecco l’ansia, che come una brava attrice riesce a trasformarsi in diversi disturbi che la persona percepisce. Mai negare l’ansia, mai pensare di poter risolvere la patologia acuta da soli. Il mio consiglio è quello di rivolgervi ad uno psicologo che attraverso tecniche di rilassamento chiederà l’affiancamento di uno psichiatra o neurologo al fine di compensare lo squilibrio che l’ansia ha portato nel vostro corpo.

Quello che dovete fare è circondarvi di persone positive, che vi vogliono bene e che capiscono il vostro malessere incoraggiandovi nel percorso di cura, che porterà a risultati soddisfacenti!

Non abbattetevi, l’ansia colpisce una marea di persone e non dovete sentirvi fuori luogo o “diversi” … Vivete sereni e anche l’ansia svanirà con l’aiuto dei medici e di chi vi ama…

A presto meraviglie!

#Leggi “Ricordati di sorridere”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.