PIZZA DI SPAGHETTI

Buon giorno meraviglie!

Ritorno con le mie ricette dopo due mesi di articoli letterari e culturali, per proporvi un primo piatto semplicissimo, che a volte viene sminuito dal modo in cui viene servito a tavola.

Se con il finger food si è scoperto un modo di servire porzionato all’ennesima potenza, sempre più blog di cucina mostrano i primi piatti porzionati in modo particolare. Su questa base, ho pensato ad un pranzo tra amiche, organizzato all’ultimo, dove gli unici ingredienti erano: pomodori freschi, aglio, basilico, origano, olive nere e mozzarelline…Cosa è nata? La mia pizza di spaghetti, che ora vi mostro…

Ingredienti per 4 persone

  • Spaghetti n.7
  • Pomodori
  • Olio EVO

(altro…)

Approfondisci

INTERVISTA A MELISSA STUART AUTRICE DE “LO SCRIGNO DI DUBHALTACH”

Buon giorno meraviglie!
Oggi voglio parlarvi della presentazione che si è tenuta a Porto Cervo in Piazza del Principe il 12 Agosto, nella quale ho avuto il piacere di presentare l’autrice emergente Melissa Stuart.

⇒ SEGUIMI SU FACEBOOK

⇒ SEGUIMI SU INSTAGRAM

  ⇓  ⇓  ⇓  ⇓  ⇓  ⇓ ⇓ ⇓  ⇓  ⇓  ⇓  ⇓  ⇓  ⇓  ⇓  ⇓  ⇓  ⇓  ⇓  ⇓  ⇓  ⇓  ⇓  ⇓  ⇓  ⇓  ⇓

CLICCA QUI per acquistare LO SCRIGNO DI DUBHALTACH

image-3124

(altro…)

Approfondisci

RECENSIONE DE “LO SCRIGNO DI DUBHALTACH”DI MELISSA STUART

Buon giorno meraviglie!
In queste ultime settimane avete visto sulle mie Instagram stories una serie di foto della copertina de

“Lo scrigno di Dubhaltach” dell’autrice sarda Melissa Stuart. Il 12 Agosto 2017 alle ore 20:30 in Piazza del Principe a Porto Cervo si è tenuta la presentazione del romanzo “Lo scrigno di Dubhaltach” che ho deciso di raccontarvi qui sul blog accompagnata dalle foto di Max Giorgioni…

SEGUIMI su Facebook

SEGUIMI su Instagram

⇒ LEGGI l’intervista a Melissa Stuart, autrice de “Lo scrigno di Duchaltach” ⇐

image-3106

Editore: Amazon

Autore: Melissa Stuart

Pagine: 186

Prezzo cartaceo: 10.00 €

∼ CLICCA QUI per acquistare “Lo scrigno di Duchaltach” ∼

(altro…)

Approfondisci

PARIDE CONCEPT STORE – PORTO CERVO

Buon giorno meraviglie!

Continuiamo la scoperta di Porto Cervo e dei suoi negozi. Oggi voglio parlarvi di una rivoluzione nell’ambito della vendita, ovvero la nascita dei concept store. Cosa sono, mi chiederete. Ve lo racconto i questo post, presentandovi il Paride Concept Store…

∼ Seguimi su FACEBOOK

∼ Seguimi su INSTAGRAM

Cos’è un concept store? A spiegarmelo è stata Shaila Cappuccio, proprietaria del Paride Concept Store, negozio presente al primo piano del complesso di Piazza del Principe. Il concept store è un punto vendita caratterizzato dalla sua completa eterogeneità rispetto all’esperienza tradizionale del negozio. Le sue qualità distintive sono infatti quelle della eterogeneità di gestione, superficie e merceologia. L’obiettivo di un concept store è quello di allestire un’esperienza di esplorazione e di scoperta da parte del cliente attraverso una pluralità di suggestioni, provenienti sia dalla varietà di prodotti esposti, sia dall’architettura stessa dell’ambiente.

(altro…)

Approfondisci

ON THE ROAD: PALAZZO REGIO DI CAGLIARI

Buon giorno meraviglie!

Oggi voglio portarvi (seppur virtualmente) con me, in una città bellissima, con una storia che affonda le sue radici in tempi remoti. La scorsa settimana sono scesa dalla mia Olbia verso Cagliari, per un viaggetto rilassante con una mia amica e ho avuto modo di vedere molti luoghi, che non avevo mai visitato. Oggi scopriremo insieme il Palazzo regio di Cagliari…

⇒ SEGUIMI SU FACEBOOK

⇒ SEGUIMI SU INSTAGRAM

Il palazzo Regio, detto anche Viceregio, è uno storico edificio di Cagliari, antica residenza del rappresentante del re durante le dominazioni aragonese, spagnola e sabauda e attualmente sede della Prefettura della Città metropolitana di Cagliari e ospita gli uffici decentrati della nuova Provincia del Sud Sardegna. Si trova in piazza Palazzo, nel quartiere Castello.

image-3142

Il palazzo ha origini trecentesche e divenne sede del viceré dal 1337, per volere di Pietro IV d’Aragona. Nel corso dei secoli l’edificio subì diverse modifiche e ampliamenti. Particolarmente significativi furono i restauri settecenteschi; nel 1730, ad opera degli ingegneri piemontesi de Guibert e de Vincenti fu realizzato lo scalone d’onore che conduce al piano nobile.

Quando nacque il rapporto stretto tra Sardegna e Savoia?

→ Nel 1718, il Regno di Sardegna passò ai Savoia, rimanendo un’istituzione autonoma rispetto agli altri stati continentali della dinastia, che giurarono di rispettare le antiche usanze e i privilegi dello Stato sardo. Ma il XVIII secolo fu l’epoca delle monarchie assolute, e la nuova casa regnante cercò gradualmente di trasformare l’antico regno creato dai re medievali aragonesi, in uno stato più adatto ai tempi moderni. Per mezzo secolo circa lo spagnolo rimase ancora la lingua ufficiale dell’autorità. La capitale formale era ancora Cagliari, ma ora tutte le decisioni erano prese a Torino, residenza dei monarchi sabaudi. Nonostante tutto, la città nell’età dei Lumi crebbe lentamente con la riorganizzazione dell’università, il rafforzamento del sistema difensivo, la ristrutturazione del Palazzo Reale e l’accesso ai mercati del Nord Italia e del resto d’Europa.

→ Nel 1792-1793, durante le guerre rivoluzionarie francesi, la Francia cercò di conquistare Cagliari per via del suo ruolo strategico nel Mediterraneo occidentale. Un esercito francese sbarcò nella spiaggia del Poetto e da lì si mosse in direzione di Cagliari, ma i francesi furono sconfitti dai sardi che decisero di difendersi dall’esercito rivoluzionario. I cagliaritani speravano di ricevere qualche concessione dai Savoia in cambio della difesa della città, gli aristocratici di Cagliari chiesero un rappresentante sardo nel parlamento del regno. Quando i Savoia rifiutato qualsiasi concessione, gli abitanti di Cagliari si sollevarono contro i Savoia ed espulsero tutti i piemontesi dalla città. Questa insurrezione è celebrata a Cagliari durante la “Sa die de sa Sardigna” (Il giorno della Sardegna) festeggiata il 28 di Aprile. Tuttavia, i Savoia ripresero rapidamente il controllo della città dopo un periodo di autogoverno.

→ Nel 1798 i francesi conquistarono il Piemonte istituendo la Repubblica Piemontese, i Savoia, con tutta la corte, lasciarono Torino e si trasferirono nel palazzo regio di Cagliari che divenne de facto la capitale politica del Regno. La corte resterà nell’isola fino alla definitiva restituzione degli Stati di terraferma nel 1814.

 

(altro…)

Approfondisci